Neverland
La parola per comunicare, la parola per ferire, per smarrirci, la parola che ci aiuta, la parola che ci emoziona, quella per offendere e quella per fraintendere. La parola ci distingue, la parola ci istruisce, la parola ci travolge, la parola per mentire, la parola che ti manca, la parola che ti stanca, la parola per viaggiare lontano, la parola da dire mano nella mano. E poi, la parola alla lavagna, la parola che ti fa prendere in castagna, la parola a voce grossa, la parola da carezza, quella detta male e quella mai sentita. La parola che consola che ne basta una sola, la parola dà coraggio, la parola per la fine, la parola per l'inizio, la parola del signore, la parola al giurato, la parola per saluto, la parola di un soldato, la parola che ti manca per finire quello schema, la parola sensa senso solo detta da una scema. La parola più importante detta per prima in un istante, la parola che hai smarrito sulla punta della lingua, la parola che ti inganna, quella straniera che non sai pronunciare, quella importante che ci serve ad annunciare, la parola sopra al gobbo è la parola dell'attore, la parola che canticchi , quella tra le formule e alambicchi.
Etichette: edit post
1 Response
  1. post molto bello buon w-end


Posta un commento